Indietro

Alla ricerca di salgemma a Bochnia

Alla ricerca di salgemma a Bochnia

La più antica miniera di salgemma ancora attiva si trova a Bochnia. Qui, come a Wieliczka, dal XIII secolo i minatori estraggono il salgemma. Ma la miniera di Bochnia è la più antica, scavata qualche decina d’anni prima della miniera di Wieliczka. La visita nel regno di salgemma è più breve che a Wieliczka e comprende la visita alla cappella e alle camere sotterranee dove si possono ammirare vari macchinari antichi usati nella miniera. Un'altra attrattiva della miniera è lo scivolo sotterraneo e una corsa sul trenino dei minatori.
Da Bochnia, distante 45 km in direzione ovest da Tarnów, si può proseguire verso Nowy Wiśnicz (5 km verso sud). Qui sulla piazza del mercato si trovano delle bellissime case e una chiesa in stile presto barocco. La città è dominata dal magnifico castello rinascimentale di Kmita del XV e XVI secolo, l'attuale forma del castello risale al secolo successivo, grazie alla famiglia Lubomirski. In quel periodo il castello è stato rinnovato e fortificato, ai  piedi del castello troviamo il maniero Koryznówka dove  è stato allestito il Museo di Jan Matejko.
A 10 km di distanza da Wiśnicz, verso sud, nella valle del fiume Uszwica è situato il villaggio di Lipnica Murowana. Il villaggio è famoso non solo per il concorso delle palme pasquali la Domenica delle Palme, ma anche per la chiesa di San Leonardo, in legno, inclusa nell'elenco dell'UNESCO.
Sulla strada di ritorno da Tarnów bisogna fermarsi assolutamente a Dębno, per visitare il bellissimo castello di Dębno realizzato in mattoni e pietra alla fine del XV secolo, attualmente ospita  un interessante museo.

Gioca Gioca