Indietro

Attraverso Podhale e Orawę ai piedi della Regina dei Beschidi

Attraverso Podhale e Orawę ai piedi della Regina dei Beschidi

Ai piedi dei monti Tatra si estende la regione di Podhale – una delle più belle regioni polacche. Qualche decina di anni fa qui tutte le case erano in legno e coperte a scidule. Oggi solo un villaggio ha mantenuto quest’aspetto, si tratta di Chochołów, a 20 km da Zakopane. Certi casolari a Chochołów sono stati costruiti con delle travi enormi tanto che, una parete è formata da due sole travi!
Da Chochołów, attraversando Kotlina Nowotarska con le sue vaste torbiere arriviamo a Orawa. Così, passando da Czarny Dunajec e Jabłonka arriveremo a Orawka dove si trova una interessante chiesa gotica del 1656. L'edilizia di Orawa è molto diversa da quella di Podhale; questo possiamo osservarlo nel museo etnografico a cielo aperto di Zubrzyca Górna, dove si trovano numerose case di Orawa con la cosiddetta “ wyżka”.
Orawa è dominata dal massiccio di Babia Góra (1725 s.l.m.), detto la regina dei monti Beschidi; è la più alta vetta dei Beschidi. L’escursione sulla vetta non è difficile, perché da Zubrzyca Górna si può arrivare in macchina sul passo di Krowiarka (1000 m). Il sentiero conduce al Parco Nazionale di Babia Góra e la salita dura circa 2,30 ore. Sulla strada per Zakopane vale la pena fermarsi a Chabówka, distante 40 km da Zakopane, dove si trova il Museo Ferroviario all’aperto, con le antiche locomotive e vagoni ferroviari. Da Chabówka si può andare per Jordanów a Sucha Beskidzka (33 km). La città conosciuta per il  bellissimo castello rinascimentale, detto "piccolo Wawel"  e per il bellissimo cortile  ad arcate. Al centro di Sucha Beskidzka si trova la vecchia locanda di legno, chiamata Rzym (Roma) del XVIII secolo (oggi ristorante).

Gioca Gioca